12162017Sat
Last updateWed, 13 Dec 2017 10am

Le aziende vestono Prada

Uno studio pubblicato dall’Harvard Business Review nel mese di settembre 2013 ha evidenziato un considerevole aumento delle donne con incarichi top level nelle aziende di tutto il mondo. Lo studio è stato condotto sulla base di alcuni dati interessanti, quali: la grandezza dell’azienda, le dimensioni della città ospitante l’azienda e sulla ripartizione percentuale dell’utilizzo delle donne per area geografica.  

La formazione dentro la formazione

Affinché i dipendenti di un’azienda siano all’altezza dei compiti assegnati, è necessario, in alcuni casi, provvedere alla creazione di corsi di formazione che soddisfino gli specifici bisogni. Questa è la teoria classica e quanto ci si potrebbe aspettare da semplici corsi di formazione aziendali. In realtà, esistono correnti di pensiero più recenti, per le quali non basta istituire dei corsi per renderli anche efficaci. Anzi, la tradizionale formazione è considerata negativa e fine a se stessa se non si analizzano anche le attività formative d’implementazione. Esse hanno lo scopo di influire positivamente sul processo di acquisizione delle informazioni somministrate durante le sessioni di formazione classica, ma c’è di più; bisogna uscire dallo stereotipo fin qui conosciuto della formazione d’aula o anche di quella on the job, per abbracciare un’accezione che tiene conto del “prima”, del “durante” e del “dopo”. 

Il solito elefante nella sala dei cristalli. Come muoversi senza rompere delicati equilibri: tra tecnica e arte.

La gestione d’azienda può essere paragonata, con le dovute proporzioni, ad un giocatore di scacchi impegnato nell’elaborazione di una strategia in grado di disporre le proprie pedine sul campo in modo che ciascuna abbia un ruolo e non rimanga avulsa dal gioco o sia facile preda dell’avversario. Nel fare ciò, spesso, ci si trova nella circostanza di dover fare scelte che finiscono inevitabilmente nell’avvantaggiare uno o l’altro aspetto della propria strategia.

Chi è chiamato ad assumersi responsabilità nelle fasi immediatamente successive un’acquisizione, ad esempio, deve essere in grado di coniugare decisione e prontezza d’iniziativa ma, anche, sapersi muovere in punta di piedi in un ambiente estremamente frammentato il cui movimento ondulante è spinto da correnti sotterranee che per natura e forma ricordano quelle che regolano gli spostamenti dei continenti.