12132018Thu
Last updateTue, 04 Sep 2018 2pm

Considerato un tema di frontiera fino a qualche anno fa, il diversity management è oramai entrato a pieno titolo nel lessico e nelle pratiche dei manager HR di molte aziende italiane. A fronte di una quasi raggiunta maturità, in questo Learning Talk professionisti del settore e accademici si confrontano su perché e come formare alla diversità presentando esempi pratici, stimoli, aggiornamenti e opinioni sul tema. Più in particolare, ci si pone la seguente domanda: è ancora necessario formare al diversity management oppure i tempi sono già maturi da poter introdurre una nuova generazione di iniziative di diversity management come parte integrante della strategia HR?

Formare al diversity management o superare il diversity management?

Impostasi come modalità (o moda) manageriale apparsa nel nostro paese circa quindici anni or sono sulla scia delle applicazioni statunitensi e nordeuropee, il diversity management (DM) si è diffuso anche grazie a una rinnovata consapevolezza sociale, ancor prima che manageriale, circa la molteplicità delle caratteristiche individuali che rendono ogni individuo unico. Formare e sensibilizzare il management alla gestione della diversità sembra essere divenuto, dunque, il “dogma” dapprima nelle aziende multinazionali, applicando e personalizzando in loco i programmi della casa madre, per poi pian piano prendere piede anche nelle aziende nazionali grazie al continuo aumento di attenzione sul tema veicolato dagli sforzi di gruppi di pressione organizzati e associazioni varie.