09262017Tue
Last updateThu, 21 Sep 2017 2pm

Relatori

Studiosi di Management

Matthew Brannan è Lecturer di Management alla Keele Management School della Keele University (UK). Ha lavorato in precedenza presso il Centre for Labour Market Studies della University of Leceister. Attualmente si occupa di studi sulla crescita del settore dei servizi e sull’esperienza contemporanea del lavoro utilizzando tecniche di ricerca etnografiche. Ha pubblicato ricerche sull’uso dei Role Play nei processi di reclutamento dei call centre, sui percorsi di carriera di giovani manager donne e sull’employer branding. 

 


Ronan Carbery è Junior Lecturer in Human Resource Management del Department of Personnel and Employment Relations, Kemmy Business School, University of Limerick (Irlanda), dove insegna Human Resource Development, Employee Development and Human and Organisational Behaviour at Work. È Associate Editor del Journal of European Industrial Training. I suoi interessi di ricerca riguardano le carriere, lo sviluppo delle carriere, l’apprendimento sul luogo di lavoro e la partecipazione nella formazione e sviluppo. Autore di numerosi articoli, ha condotto studi e ricerche per il Chartered Institute for Personnel and Development, la Garda Representative Association e il Programme for University-Industry Interface. 


Claire Gubbins è Research Fellow alla University of Limerick (Irlanda), svolge attività di ricerca sulla relazione tra il management e social networking. Ha esperienza nell’ambito della formazione e dello sviluppo organizzativo, sia come studiosa sia come consulente. Tra le sue più recenti pubblicazioni segnaliamo: “Understanding the HRD Role in MNCs: The Imperatives of Social Capital and Networking” apparso su Human Resource Development Review (vol.8, 2009).

 


David McGuire è ricercatore in Sviluppo delle Risorse Umane at Queen Margaret University, Edinburgh, Scotland. Ha lavorato come ricercatone presso Galway Mayo Institute of Technology, insegnando Employee Development all’internod el programma CIPD in Personnel Management. È Assistant National Expert per l’Irlanda nel progetto dell’Unione Europea BENE (Business Education Network of Europe). Nell’anno 2003/2004, è stato visiting Fulbright scholar alla Oakland University, Michigan. Ha pubblicato “Towards a model of human resource solutions for achieving intergenerational interaction in organisations” all’interno del Journal of European Industrial Training.


Ronnie Lessem è Direttore del Centre for Business in Society della University of Buckingham (UK), docente di Trans-cultural Management e dirige i programmi di Transformation Management presso la medesima Università. Partecipa a numerosi progetti di ricerca e sviluppo in Europa, in Sudafrica, in Medio Oriente e in India. La sua ultima pubblicazione è “From Management Education to Civic Reconstruction (Managing Across Cultures, Developmental Perspectives)”.

 


Emma Parry è Principal Research Fellow alla Cranfield School of Management (UK), svolge attività di ricerca su svariati ambiti di HRM ed in particolare sui temi dell’age e generational diversity, della comparazione internazionale delle pratiche di gestione delle risorse umane e sulla gestione dei talenti globali. Gestisce Cranet, un network internazionale di business school e università che conduce una survey comparativa sulle politiche e pratiche di HRM in più di 40 nazioni ed ha partecipato a molti progetti nel settore privato, pubblico e no-profit. Autrice di numerose pubblicazioni e discussant in numerose conferenze, tra le sue più recenti pubblicazioni il libro “Managing an Age-Diverse Workforce” (2010).


Mikael Søndergaard è, dal 2003, Associate Professor presso l’Università di Aarhus, in Danimarca. Esperto di global and cross cultural management, i suoi interessi di ricerca riguardano la relazione tra le differenze culturali e il comportamento organizzativo. Tra i suoi scritti segnaliamo Foundations of Cross Cultural Management (con M.F. Peterson, 2008) e Boundary Spanning in The Blackwell Handbook of Global Management: A Guide to Managing Complexity (2004).


Stephen Swailes insegna Organisational Behaviour e Human Resource Management presso la University of Hull, Uk. I suoi interessi di ricerca riguardano soprattutto la comprensione delle dinamiche del lavoro di team nel management. In questo ultimo periodo si sta dedicando alle tematiche della gestione dei talenti. È autore di numerosi articoli scientifici, in particolare nel 2007 sul Journal of Management Studies ha pubblicato “Team Role Models: development, validity and applications for team building” e sul British Journal of Management “Inside Management Teams: Developing a teamwork survey instrument”.


Juani Swart è docente di HR Management presso la School of Management all’Università di Bath. Insegna in diversi corsi di laurea di primo livello e specialistici ed è direttore del programma MBA. La sua attività di ricerca ha approfondito in particolare il tema dell’engagement focalizzandosi, in quest’ambito, sul rapporto tra la consapevolezza di sé e la conoscenza tacita nelle organizzazioni. Ha poi considerato il rapporto fra identità professionale e le interpretazioni del cambiamento organizzativo. Tra le altre pubblicazioni, è autrice di Human Resource Development: Strategy and tactics (con Clare Mann, Steve Brown, and Alan Price) 2005, e People and Performancein Knowledge-Intensive Firms (con Nicholas Kinnie, John Purcell) 2003.


David Wortley è direttore del Serious Game Institute della Conventry University (UK), nato per trasferire alle piccole e medie imprese le idee, le competenze e le tecnologie dell’industria dell’intrattenimento video ludico. In precedenza David Wortley ha lavorato nelle telecomunicazioni (British Telecom) e nei sistemi informativi (IBM) oltre che nei nuovi media e nella comunicazione digitale (Mass Mitec). Ha inoltre sperimentato diverse iniziative nel campo del web based training e del virtual meeting, come The Harborough Community Learning Network (www.hcln.net), che utilizza contenuti video interattivi per la formazione sui temi della società dell’informazione.


Celeste P.M. Wilderom è Full Professor di Change Management & Organizational Behavior presso l’Università di Twente (Paesi Bassi). Ha conseguito un Ph.D in Psicologia presso la State University of New York (USA). I suoi interessi di ricerca sono relativi ai temi della leadership a livello organizzativo e di team, del cambiamento e della cultura, e puntano a prendere in esame ciò che può predire un’alta efficacia, sia a livello di gruppi di lavoro, di progetti che di singoli individui. Ha fondato e dirige Leadership Lab, dove utilizza una tecnologia video-analitica per studiare la teoria della Leadership Trasformazionale. Autore del Handbook of Organizational Culture & Climate (2000, Sage), scrive su numerose riviste accademiche, è attualmente senior editor del British Journal of Management.


Monideepa Tarafdar è professore di Information Technology & E-Commerce presso la Business School della Lancaster University, Regno Unito. Ha conseguito nel 2002 il dottorato di ricerca in Management Information Systems & Strategic Management presso l’Indian Institute of Management di Calcutta. Dal 2007 insegna IT Management presso l’Università di Toledo, Spagna. I suoi interessi di ricerca sono relativi al tema dell’impatto delle tecnologie e dei sistemi informativi sugli individui e sulle organizzazioni, in particolare sugli effetti negative dell’utilizzo dell’IT sull’utente finale, sull’adattamento individuale e organizzativo per l’utilizzo efficace delle tecnologie informative, dell’IT e dell’innovazione del business. 


Studiosi di altre discipline

Fulvio Carmagnola è professore associato di Estetica presso l’Università di Milano Bicocca. Si occupa di estetica contemporanea e modelli cognitivi applicati alla progettazione e all’organizzazione. Tra le sue opere più recenti: L’irriconoscibile. Le immagini alla fine della rappresentazione e Il fantasma della libertà. Inconscio e politico (insieme a Matteo Bottazzi).

 


Giorgio De Michelis è Professore Ordinario di Informatica teorica e Sistemi informativi all’Università di Milano – Bicocca. Svolge una vasta attività di ricerca principalmente sui modelli dei sistemi distribuiti, su modelli e strumenti per il workgroup computing, i community systems, il knowledge management, la business intelligence e sull’interaction design per sistemi mobili e ubiqui. Su questi temi ha pubblicato su riviste a volumi collettivi oltre centoquaranta articoli scientifici, prevalentemente in lingua inglese e quattro libri in italiano.

 


Ugo Fabietti è professore ordinario di Antropologia presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca. I suoi interessi comprendono temi quali i processi di stratificazione sociale, l'identità etnica, la costruzione della memoria, la mimesi nella cultura, la religione nel mondo globale nonché argomenti di epistemologia e di storia dell'antropologia. E’ stato Professeur Visitant presso l'EHESS di Parigi. Ha scritto diversi libri, tra cui negli ultimi anni “Modelli delle scienze sociali: antropologia, scienze cognitive, sistemi complessi” (insieme a Bloch e Borutti) e “Antropologia culturale. Le esperienze e le interpretazioni”.


Roberto Malighetti è Professore Associato di Antropologia all'Università di Milano – Bicocca. Ha condotto ricerche sul campo soprattutto in Brasile interessandosi di epistemologia, metodologia della ricerca, antropologia dei processi di sviluppo, antropologia delle organizzazioni e studiando le culture afro-brasiliane. Dal 1994 lavora in qualità di esperto riconosciuto dal Ministero degli Affari Esteri in Maranhao (Brasile) in diversi progetti di cooperazione internazionale. Tra le sue ultime pubblicazioni segnaliamo Clifford Geertz. Il lavoro dell'antropologo, (2008).

 


Susanna Mantovani è Professore ordinario di Pedagogia Generale e Sociale e prorettore dell’Università di Milano-Bicocca. E’ Inoltre consulente scientifica dell'OCSE per il progetto "Early Childhood Education and Child Care Policy". La sua attività di ricercariguarda i processi educativi nella prima infanzia nell’ambito dei quali ha studiato la funzione dell’attaccamento all’interno di un percorso pedagogico. Fra le sue pubblicazioni La ricerca sul campo in educazione: i metodi qualitativi (a cura di), Milano, Bruno Mondatori e Attaccamento e inserimento, Milano: F. Angeli (con L. Restuccia Saitta e C. Bove).


Salvatore Natoli insegna Filosofia Teoretica presso l’Università di Milano Bicocca. Attento alla ricostruzione delle linee fondamentali del progetto moderno, ha rivolto la sua attenzione al senso del divino nell’epoca della tecnica e alla possibilità di un’etica che sappia confrontarsi con il rapporto tra felicità e virtù. Nei suoi scritti si è occupato di tematiche riguardanti le passioni e gli affetti. Ha collaborato a molte riviste, tra cui "Prospettive settanta", "Il centauro", "Democrazia e diritto", "Religione e società", "Leggere", "Bailamme" e "Metaxù". I suoi ultimi libri sono “Guida alla formazione del carattere” e “Sul male assoluto. Nichilismo e idoli nel Novecento”.


Telmo Pievani è un professore associato presso il Dipartimento di Biologia dell'Università degli Studi di Padova. Studioso poliedrico ed invited speaker in numerose conferenze nazionali ed internazionali, alcuni dei suoi temi di ricerca sono riconducibili alla filosofia della biologia, alla teoria dell’evoluzione, alla teoria degli equilibri punteggiati, al lavoro di Darwin e Gould, al dibattito nature vs nurture e all’evoluzione umana. È autore di numerose pubblicazioni (di cui molte tradotte all’estero) tra cui i recenti volumi “Creazione senza Dio” (2006), “In difesa di Darwin” (2007) e “La vita inaspettata” (2011). Coinvolto in diversi progetti riguardanti la comunicazione della scienza in Italia è, tra l’altro, editorialista per il Corriere della Sera.


Luca Solari è professore straordinario di Organizzazione Aziendale presso l’Università di Milano, Si occupa di cambiamento dei modelli organizzativi e delle logiche di gestione delle risorse umane in ambito accademico e professionale. Sul fronte della ricerca ha pubblicato numerosi articoli e libri anche a livello internazionale, tra i quali: “La gestione delle risorse umane” (Carocci, 2004), “Entrepreneurship at the margins of society: founding dynamics in gray (Sex shops) and black markets (Mafia)” (in M. Ruef e M. Lounsbury, The Sociology of Entrepreneurship, Research in the Sociology of Organizations, 2007) e “Cambiamento organizzativo” (Le Raccolte di Sviluppo & Organizzazione, 2003). 


Angelo Maravita è professore associato di Psicologia e Psicologia Fisiologica presso l’Università di Milano-Bicocca. Dopo un dottorato in Neuroscienze, è stato ricercatore presso l’Institute of Cognitive Neuroscience, University College di Londra. Le sue ricerche vertono sulla rappresentazione del corpo e dello spazio in soggetti normali e cerebrolesi e sullo studio delle risposte autonomiche al dolore in soggetti sani e pazienti cerebrolesi. È uno degli autori di Handbook of Neuroscience for the Behavioral Sciences e di numerose pubblicazioni.

 


Francesco Zurlo è Professore Associato di Disegno Industriale al Politecnico di Milano, è direttore del Master in Design Strategico del Politecnico di Milano ed è stato dal 2004 al 2009 direttore del Consorzio POLI.design, ente dell’ateneo milanese per la valorizzazione e promozione del design. Svolge attività didattica a livello internazionale presso diverse università e centri di ricerca e didattica del Sudamerica, di Europa e Cina. È autore di numerose pubblicazioni nazionali e internazionali sul design strategico, tra le quali il recente libro dal titolo “Le strategie del design. Disegnare il valore oltre il prodotto.”


 

 

 

 

 
Pin It