12112018Tue
Last updateTue, 04 Sep 2018 2pm

Articles

L’Innovation Campus di Microsoft Italia: un nuovo modo di lavorare e di apprendere reso possibile dall’ICT.

L’Innovation Campus di Microsoft Italia si presenta come un complesso di vetro ed acciaio a Peschiera Borromeo, ai confini del Parco Agricolo Sud di Milano, non lontano dall’Idroscalo e dalla più antica roccaforte fortificata dei Borromeo esistente nel nostro Paese. Nell’Innovation Campus ci sono spazi comuni, sale riunioni, sale conferenze, zone ristoro e ambienti destinati al benessere. Tutto all'insegna delle più moderne tecnologie e della sostenibilità ambientale. Per Microsoft, Italia l’Innovation Campus non è solo un nuovo luogo, ma soprattutto un diverso modo di lavorare, di apprendere e d’innovare. La nuova concezione di lavoro e la progettazione degli spazi fisici nasce da spunti, stimoli, riflessioni e dalla condivisione di necessità diverse.

Alla base di queste, c’è l’esigenza di dare una risposta adeguata alle esigenze poste dalla situazione economica, alle particolari caratteristiche che connotano l’evoluzione del mercato, allo sviluppo accelerato delle tecnologie e alle differenti aspettative dei dipendenti che contraddistinguono la nostra epoca. Microsoft ritiene che le aziende con maggiori possibilità di successo siano quelle in grado di trasformarsi in un'organizzazione elastica, cioè in un sistema organizzativo capace di rispondere in maniera adeguata e rapidamente alle dinamiche del mercato e alle richieste dei clienti. Si tratta quindi di riuscire a comprendere i vantaggi che possono derivare da un nuovo modo di lavorare, più flessibile, reso possibile dalla tecnologia. Le tecnologie dell'informazione e della comunicazione sono fattori fondamentali per migliorare la vitalità e l'agilità delle aziende, per favorire la comprensione dei processi aziendali, per raggiungere la massima efficienza operativa, comunicare e collaborare in tempo reale, riducendo al contempo l'impatto sull'ambiente. Nel mondo attuale caratterizzato da un'elevata mobilità e da una sempre maggiore centralità dell'individuo, le aziende destinate ad avere successo saranno quelle dotate intrinsecamente dell'elasticità necessaria per cambiare in linea con le preferenze lavorative dei dipendenti e i trend esterni.

Attualmente, tre aspetti fondamentali determinano il modo di lavorare: persone, luogo e tecnologia. Tutti e tre hanno subito una trasformazione epocale negli ultimi 15-20 anni.

Riguardo alle persone, si tratta di riuscire a far evolvere modelli consolidati di comportamento ormai divenuti obsoleti, per ripensare le tradizioni e la cultura attuale del lavoro al fine di arrivare poi a metodi differenti e più rapidi di comunicare e collaborare. Più in particolare, va sottolineato come i luoghi fisici di lavoro non si sono per lo più evoluti in modo sufficiente nel corso degli anni. D’altra parte, il grado di accessibilità e di diffusione ampia delle infrastrutture IT congiuntamente all’emergere di nuove forme di relazione rese possibili dalla tecnologia – quali social networking e servizi cloud – stanno velocemente cambiando le aspettative con cui le persone si accostano al lavoro, in termini di strumenti utilizzati, di luoghi in cui usarli e di modelli di relazione sociale e di apprendimento. D’altra parte, nel complesso, stiamo assistendo a una distinzione sempre meno netta tra la tecnologia utilizzata nel lavoro e nella vita privata. La sfida nell’area di lavoro consiste nel mettere a disposizione dei dipendenti delle tecnologie che siano loro familiari per consentire loro di lavorare in modo flessibile aumentando la produttività, la creatività, le loro competenze e il loro grado di soddisfazione. Tutto ciò deve essere recepito nei modelli di organizzazione produttiva.

La tecnologia è il vero caposaldo che rende possibile un nuovo modo di collaborare e di apprendere all’interno delle moderne organizzazioni. In questo contesto, Microsoft Italia risulta all'avanguardia nella realizzazione di un nuovo ambiente aziendale e di lavoro, grazie allo sviluppo di prodotti che permettono ad aziende e organizzazioni di adattarsi a questi nuovi stili lavorativi e alle differenti aspettative dei dipendenti. Tuttavia, affinché il nuovo modo di lavorare possa risultare complessivamente efficace, è fondamentale che all’interno del luogo di lavoro ci siano alcuni elementi chiave, tra cui:

  • la diffusione di un cambiamento culturale: una nuova cultura del lavoro, flessibile, che faccia emergere le potenzialità dei singoli;
  • la creazione di un nuovo sistema di valutazione dei risultati delle performance dei singoli e dei team di lavoro, basato sul raggiungimento degli obiettivi invece che sul controllo della presenza in ufficio e dei comportamenti. Un’ulteriore sfida del sistema di performance management consiste infatti nel favorire il lavoro di gruppo, l’apprendimento e l’innovazione fra persone che hanno minori occasioni d’interazione faccia a faccia.

Alla base del complesso di questa impostazione c’è l’idea di progettare ambienti fisici che superino la tradizionale ripartizione dello spazio negli uffici e che per questo risultino in grado di sostenere ed incoraggiare un nuovo modo di lavorare. Lo sviluppo di un approccio flessibile al lavoro da parte delle persone è reso possibile, prima di tutto, delle soluzioni, tecnologiche emergenti. Esso è poi sostenuto da nuovi modello di “interior design” degli spazi e, infine, da nuovi sistemi di performance management orientati agli obiettivi ed ai risultati. L’attivazione del complesso di queste tre leve consente da un lato un potenziale di maggior soddisfazione dei clienti che si riflette in un miglioramento dei risultati aziendali. Un altro elemento da tenere in considerazione riguarda l’impatto che la nuova progettazione degli spazi ha sulla sostenibilità e riduzione delle emissioni di anidride carbonica: meno spazio e maggiore tecnologia per la collaborazione significa riduzione delle emissioni.

In conclusione, i vantaggi di un approccio flessibile al lavoro, abilitato dalle nuove tecnologie, sia per i lavoratori che per le aziende sono potenzialmente enormi. Secondo la filosofia di “smart working” di Microsoft, per cogliere questa opportunità le aziende devono abbracciare il cambiamento in maniera da rispecchiare la società moderna pervasa dalla tecnologia, lavorando sia sulla progettazione degli spazi fisici che su nuovi modelli culturali d’integrazione e su sistemi di valutazione del personale orientati al goal setting e alla collaborazione con capi, colleghi e subordinati. Tutto ciò in modo da migliorare la produttività, l’apprendimento e l’innovazione culturale, sociale ed organizzativa, elementi chiave per una nuova cultura aziendale, di cui il nostro Paese ha bisogno per crescere e svilupparsi.

Pin It